domenica 29 settembre 2013

La prima "Castagna d'Oro" verrà assegnata al reporter de La Stampa rilasciato l'8 settembre dopo 152 giorni di prigionia in Siria


Domenico Quirico reporter de La Stampa riceverà la Castagna d'Oro
a Frabosa Sottana sabato 12 ottobre alle ore 21.00


Sarà il reporter del quotidiano torinese La Stampa Domenico Quirico il primo a ricevere sul palco del Palasagra sabato 12 ottobre prima dello spettacolo di Pino Insegno e Roberto Ciufoli, la Castagna d'Oro 2013. Nel corso della serata verrà intervistato da Sandro Fedele, da sempre conduttore della manifestazione frabosana.

Domenico Quirico piemontese di Asti, è caposervizio esteri. E' stato corrispondente da Parigi ed inviato di guerra. Si è tra l'altro interessato degli avvenimenti noti come Primavera Araba sorti a partire dal 2011. Nello stesso anno ha subito un rapimento in Libia e liberato dopo due giorni.

Il 9 aprile 2013, mentre si trovava in Siria come inviato di guerra, di lui si perde ogni traccia. La prima notizia del suo rapimento giunge il 6 giugno quando viene diffusa la notizia che Quirico è ancora vivo. Verrà liberato l'8 settembre scorso, dopo 152 giorni di sequestro, grazie ad un intervento dello Stato Italiano e infine riportato a casa.

Comunicato Stampa XXV Sagra della Castagna Frabosa Sottana 11-12-13 ottobre 2013


COMUNICATO STAMPA



11-12-13 OTTOBRE 2013

XXV SAGRA DELLA CASTAGNA DI FRABOSA SOTTANA

L’Associazione Turistica Mondolé in collaborazione con il Comune di Frabosa Sottana presenta la XXV edizione della Sagra della Castagna – Premio XXII Castagna d’oro dall’ 11 al 13 ottobre 2013.

Si inaugura venerdì 11 ottobre alle 21 presso il Palasagra con la Cena di Gala “Una Stella per la Castagna”. Lo chef stellato Massimo Camia (Ristorante Massimo Camia di La Morra), con la collaborazione dello chef Andrea Bertolino, delizierà i palati più esigenti con un menù raffinato e studiato per unire il piacere della buona tavola i con grandi vini di pregio, naturalmente la castagna resta l’ingrediente principe. L’allestimento e il servizio in sala saranno curati con zelo dall’Istituto Alberghiero “G. Giolitti” di Mondovì. La presentazione della serata è affidata dal Direttore dell’A.T.L. Cuneese Dott. Paolo Bongioanni e i critici gastronomici e giornalisti Marco Trabucco e Paola Gula daranno la loro opinione sulle portate.

 Sabato 12 ottobre alle 21 i riflettori saranno puntati sullo spettacolo cominco di Pino Insegno e Roberto Ciufoli dal titolo “Vieni avanti cretino”. Sandro Fedele nel corso della serata presenterà i Campioni ospiti della domenica. Grande personaggio d’eccezione per la serata sarà Domenico Quirico, reporter del quotidiano La Stampa tenuto in ostaggio in Siria per 152 giorni, a cui verrà consegnata la prima Castagna d’oro dell’edizione 2013.

La Sagra della Castagna raggiunge il suo clou domenica 13 ottobre nella “Giornata dei Campioni”. Dal mattino grande fermento per le vie di Frabosa Sottana con il via libera al padiglione fieristico e alle 14.30 tutti al Palasagra per assistere alla consegna del Premio “XXII Castagna d’oro” a:

Vincenzo Nibali – ciclismo, vincitore del Giro d’Italia 2013;

Martina Grimaldi – nuoto di fondo, medaglia d’oro a Barcellona 2013 nei 25 km;


Elisa Di Francisca –scherma, medaglia d’oro ai Mondiali di Budapest 2013
                                   nel fioretto a squadre;

Alessandro Barbero – freestyler BMX, campione a livello internazionale;

Volley LPM Mondovì – squadra femminile di Volley, promozione in serie B1.

 
Per tutto il pomeriggio saranno all’opera i Castagnari di Frabosa Sottana per distribuire fragranti e profumate caldarroste.

Sorpresa della domenica pomeriggio sarà lo show di Alessandro Barbero e del suo Cobra Team che si esibiranno in spettacolari acrobazie nell’area davanti al Palasagra.

Per informazioni e contatti rivolgersi all’Infopoint Mondolé di Frabosa Sottana (via IV Novembre n. 12) al numero 0174.244481 int. 1 o all’indirizzo mail infopoint@mondole.it.

 

Frabosa Sottana, settembre 2013

 

mercoledì 18 settembre 2013

Pino Insegno e Roberto Ciufoli a Frabosa Sottana sabato 12 ottobre


COMUNICATO STAMPA

11/12/13 OTTOBRE 2013 - XXV SAGRA DELLA CASTAGNA

PINO INSEGNO E ROBERTO CIUFOLI A FRABOSA SOTTANA
 
 

L’Associazione Turistica  Mondolé e il Comune   di Frabosa Sottana, nell’ambito della XXV edizione della Sagra della Castagna, presentano sabato 12 ottobre alle ore 21 al Palasagra il divertente spettacolo del duo Pino Insegno e Roberto Ciufoli dal titolo "Vieni avanti cretino".

Pino Insegno e Roberto Ciufoli

Dopo anni di successi con la Premiata Ditta, i due strepitosi artisti dalla comicità innata tornano insieme con il meglio del loro repertorio. Lo spettacolo "Vieni avanti cretino", che si ispira al celebre sketch di Walter Chiari e Carlo Campanini, porta sul palcoscenico una carrellata di gag, pezzi inediti, personaggi tutti da ridere ed esilaranti battute.

Per informazioni e prenotazioni rivolgersi all’ufficio turistico Infopoint Mondolè (via IV Novembre n.12) al numero 0174.244481 int.1 o all'indirizzo mail:
infopoint@mondole.it.


Frabosa Sottana, settembre 2013

martedì 17 settembre 2013

Il depliant della XXV edizione della Sagra della Castagna e XII Premio Castagna d'Oro

 
 
 
Clicca sulle immagini per ingrandire
 

"Una stella per la Castagna". Serata e Cena di Gala venerdi 11 ottobre ore 20,00 Palasagra di Frabosa Sottana

 Serata e cena di Gala,  Menù a cura  dello chef  stellato  Massimo Camia (Ristorante Massimo Camia di La Morra) in collaborazione con lo chef Andrea Bertolino. Servizio in sala a cura degli allievi dell'Istituto Alberghiero "Giovanni Giolitti" di Mondovì.
 
 
da sx gli chef Massimo Camia e Andrea Bertolino

 
Il Menù
 
 
Per iniziare
 
"Risola" di Castagne e Salsiccia

Metodo Classico Brut [Abbona Marziano]

 
A tavola
 
Terrina di Coniglio alle Castagne
"arrostite" con Pan Brioche

Langhe Nascetta di Novello Anas-Cetta D.O.C. 2012 [Elvio Cogno] 
 
 
Uovo bazzotto con Topinambour spadellati
e Fonduta di Raschera
 
Il Plin alla Farina di Castagne
con Verzin di Beppino Occelli
al burro di Montagna aromatico

Dolcetto Dogliani "Papà Celso" D.O.C.G. 2012 [Abbona Marziano] 
 
Coda di Castrato stracotta al Barolo
farcita di Castagne bianche
e Polentina morbida 8 file

Barolo "Lecinquevigne" D.O.C.G.  2009 [Cantina Damilano]
 
Tortino alla pasta di Marrons Glace's
con Crema Inglese al Gran Marnier
 

Moscato Passito Aviè D.O.C. 2008 [Cascina Castlet]

 
 
Regia del Dott. Paolo Bongioanni. Con la partecipazione dei noti critici gastronomici Enzo Vizzari, Marco Trabucco e Paola Gula.
 
Prenotazione obbligatoria entro martedì 8 ottobre presso l'Infopoint Mondolè [Tel. 0174.244481]
 
 
43,00 euro [vini inclusi]


venerdì 13 settembre 2013

La locandina con il programma definitivo della 25^ edizione della Sagra della Castagna 2013

 
 
Ecco la locandina con il programma definitivo della 25^ Sagra della Castagna di Frabosa Sottana in programma da venerdì 11 a domenica 13 ottobre 2013.
 
 
venerdì 11 ottobre 2013 [Palasagra] ore 20,00
 
 
"Una stella per la castagna"
 
Serata e Cena di Gala
 
 
Menù a cura dello chef stellato Massimo Camia [Ristorante Massimo Camia di La Morra] in collaborazione con lo chef Andrea Bertolino; regia della serata dott. Paolo Bongioanni.
 
E' necessaria la prenotazione entro martedì 8 ottobre presso l'Infopoint Mondolè [tel. 0174-244481]
 
 
 
sabato 12 ottobre  [Palasagra] ore 21,00
 
 
Vieni avanti cretino!
 
 
....Lo spettacolo di Pino Insegno e Roberto Ciufoli
 
domenica 13 ottobre
 
Ore 8,00 Apertura del padiglione fieristico
 
 
ore 14,30 [Palasagra]
 
Consegna della XXII Castagna d'Oro
 
a       Vincenzo Nibali,
     Martina Grimaldi,
     Elisa Di Francisca,
     Alessandro Barbero
 
e alle ragazze della
 
     LPM Pallavolo Mondovì
 
ore 16,30 Gran Castagnata
 
 
 
 


lunedì 9 settembre 2013

Elisa Di Francisca, campionessa Olimpica e Mondiale di scherma a Frabosa Sottana per ricevere la Castagna d'oro

Elisa Di Francisca oro nel fioretto a squadre ai recenti mondiali di Zagabria 2013

Dopo l'annuncio dei giorni scorsi sulla presenza alla Sagra della Castagna di Vincenzo Nibali, vincitore del Giro d'Italia 2013, di Martina Grimaldi campionessa del mondo a Barcellona 2013 della 25 km di fondo di nuoto, di Alessandro Barbero campione di BMT e della squadra di volley femminile della LPM Mondovì, l'elenco dei premiati con la Castagna d'Oro 2013 si arricchisce di una stella dello sport azzurro: la campionessa Olimpica e Mondiale di fioretto Elisa Di Francisca. Ma le sorprese non finiscono qui...Sono attese nei prossimi giorni altre novità..


Elisa Di Francisca (scherma)  è nata a Jesi, il 13 dicembre 1982) è una schermitrice italiana, specializzata nel fioretto. È campionessa olimpica e campionessa europea. Attualmente gareggia per il gruppo sportivo delle Fiamme Oro della Polizia di Stato. Originaria di Jesi, come le colleghe Giovanna Trillini e Valentina Vezzali, Ha una sorella, Martina, e un fratello, Michele. È diplomata al Liceo Socio-Psico-Pedagogico.

Carriera Sale in pedana per fare scherma insieme alla sorella Martina e qualche anno prima del fratello Michele. In precedenza, per qualche anno si era cimentata nella danza. Ha iniziato la scherma con il loro maestro Ezio Triccoli, ad affiancarla c'erano anche Giulio Tommassini e Stefano Cerioni. Nel 1995 si laurea campionessa italiana "ragazze". L'anno dopo è medaglia d'argento ai campionati italiani "allievi". Nel 2000 è seconda nei campionati italiani "giovani" e terza in quelli assoluti. Nel 2003 è di nuovo sul podio nelle stesse competizioni. Nel 2004, a 22 anni, fa il grande salto ed esordisce a livello internazionale con la nazionale italiana, vincendo l'oro nel fioretto a squadre ai mondiali di New York e classificandosi quinta quinta ai campionati europei di Copenhagen, dove vince anche il bronzo nel fioretto a squadre. L'anno dopo è quinta ai campionati mondiali di Lipsia e prima nella tappa della coppa del mondo di L'Avana, mentre nel 2006 è settima ai mondiali di Torino e seconda agli europei. Nel 2008 purtroppo le sfuma la qualificazione alle olimpiadi di Pechino, ma si mette subito in corsa per quelle di Londra. Nella stagione 2008/09 arriva seconda a una prova della coppa del mondo a Dallas. Nei campionati italiani del 2009 giunge undicesima (l'anno prima era salita sul podio) e chiude quinta nelle prove di coppa del mondo. Nello stesso anno vince sia il campionato mondiale che il campionato europeo a squadre, quest'ultimo insieme a Valentina Vezzali, Ilaria Salvatori e Arianna Errigo. Nell'anno 2010 esplode definitivamente il suo talento. In coppa del mondo conquista un primo, due secondi e tre terzi posti. In marzo ottiene la prima vittoria in un Gran Prix a Marsiglia, battendo in finale la sudcoreana Nam. In giugno si laurea campionessa italiana di fioretto, battendo in finale la Vezzali (è la sesta jesina a vincere questo titolo). In luglio a Siracusa conquista il bronzo agli europei. In novembre a Parigi, vince il campionato mondiale, consacrandosi a livello mondiale nel fioretto. Nel 2011 si ripete, conquistando il primo posto agli europei di Sheffield, a cui fa seguito la sua prima conquista della coppa del mondo generale. Sempre nel 2011 è argento sia a squadre che nell'individuale agli europei di Catania. Nel giugno 2012 vince gli europei di Legnano. Ma è il mese successivo che compie il suo capolavoro, quando partecipa alle Olimpiadi di Londra. Il 28 luglio, infatti, vince la medaglia d'oro nel concorso individuale di fioretto femminile, battendo la sudcoreana Nam Hyun-hee in semifinale e la connazionale Arianna Errigo in finale (sul podio andranno tre italiane, con la Vezzali terza). Vince anche la medaglia d'oro nel torneo a squadre, assieme a Valentina Vezzali, Arianna Errigo e Ilaria Salvatori, contro la Russia. Successivamente cambia allenatore: è la ex campionessa Giovanna Trillini a prendere il posto del suo storico allenatore Stefano Cerioni, dopo che questi ha lasciato la nazionale italiana per andare ad allenare la Russia, anche a seguito di disguidi con la Federazione. Nel giugno 2013 vince l'oro agli europei di Zagabria nel fioretto individuale, superando in finale la russa Yakovleva per 15-7. Ha dedicato il trofeo ad Alessia Polita, campionessa di motociclismo e sua conterranea che ha avuto un incidente in quei giorni. Nella stessa manifestazione raddoppia con l'oro nel fioretto a squadre, in cui trionfa insieme alle connazionali Arianna Errigo, Benedetta Durando e Carolina Erba. Pochi giorni dopo vince la medaglia d'oro ai Giochi del Mediterraneo 2013 di Mersin. Nell'agosto 2013, ai mondiali di Budapest, si classifica terza nel fioretto individuale e conquista la medaglia d'oro nel fioretto a squadre insieme alle compagne Arianna Errigo, Valentina Vezzali e Carolina Erba.


Il Palmares di Elisa di Francisca



Giochi Olimpici di Londra 2012

  • Oro nell'individuale e a squadre

 
 
Mondiali di scherma

Individuale:

  • Bronzo ad Antalia 2009
  • Oro a Parigi 2010
  • Argento a Catania 2011
  • Bronzo a Budapest 2013

A Squadre

 
 

  • Oro a New York 2004
  • Argento a Torino 2006
  • Oro ad Antalia 2009
  • Oro a Parigi 2010
  • Argento a Catania 2011
  • Oro a Budapest 2013 

Europei di scherma

Individuale:  
  • Argento a Izmir 2006
  • Bronzo a Lipsia 2010
  • Oro a Sheffield 2011
  • Oro a Zagabria 2013


A squadre:

  • Bronzo a Copenaghen 2004
  • Oro a Zalaegerzeg 2005
  • Oro a Plovdiv 2009
  • Oro a Lipsia 2010
  • Oro a Sheffield 2011
  • Oro a Legnano 2012
  • Oro a Zagabria 2013

Coppa del Mondo

  • 6^ nella classifica generale 2004/05
  • 9^ nella classifica generale 2005/06
  • 5^ nella classifica generale 2008/09
  • 3^ nella classifica generale 2009/10
  • 1^ nella classifica generale 2010/11

 
 
 
 
      
 

sabato 7 settembre 2013

Le schede dei Campioni dello Sport che riceveranno la Castagna d'Oro sul palco del Palasagra di Frabosa Sottana domenica 13 ottobre


Vincenzo Nibali vincitore del Giro d'Italia di ciclismo 2013

Vincenzo Nibali (Ciclismo su strada)  è nato a Messina, il 14 novembre del 1984, e attualmente corre per l’Astana. Corridore da corse a tappe, la sua carriera comprende la vittoria della Vuelta nel 2010 e il Giro d’Italia 2013, ma il suo ricco palmares annovera anche due edizioni della Tirreno-Adriatico. Da notare, che ad oggi è l’unico ciclista italiano, insieme ad un mito come  Felice Gimondi, ad essere salito sul podio di tutti e tre i Grandi Giri. (Giro d'Italia, Tour de France e Vuelta). Lui stesso ha così commentato la sua recente vittoria al Giro: “ E’ stata un’emozione unica tutta quella gente per me. Mi sono goduto questa tappa, è stato molto bello, ma sono impressione per avere visto tutta quella gente in strada. Questa vittoria è il coronamento del sogno di una vita. Mia moglie Rachele è stata molto importante, come i miei genitori. Vederli qui è stato molto commovente”. Ma lo squalo, abituato a fatica e pedali, ne ha fata di strada per arrivare fino a qui e non dimentica. Infatti dichiara che Mastromarco è stata la sua seconda casa, la sua seconda famiglia. E’ cresciuto in Toscana dopo i primi anni in Sicilia. Anche oggi c’erano tanti amici venuti da lì per applaudirlo.


Le vittorie di Vincenzo Nibali da professionista

  • 2006 (Liquigas, due vittorie)

2ª tappa Settimana Internazionale di Coppi e Bartali  (Cervia > Faenza)

Grand Prix de Ouest-France

  • 2007 (Liquigas, quattro vittorie)

Gran Premio Industria e Artigianato

Giro di Toscana

3ª tappa Giro di Slovenia (Medvode > Beljak)

4ª tappa Giro di Slovenia (Kranjska Gora > Vršič)

  • 2008  (Liquigas, due vittorie)

3ª tappa Giro del Trentino (Torri del Benaco > Folgaria)

Classifica generale Giro del Trentino

  • 2009 (Liquigas, due vittorie)

Giro dell'Appennino

Gran Premio Città di Camaiore


  • 2010 (Liquigas-Doimo, otto vittorie)

4ª tappa Tour de San Luis (San Luis > San Luis, cronometro)

Classifica generale Tour de San Luis

14ª tappa Giro d'Italia (Ferrara > Asolo)

3ª tappa Giro di Slovenia  (Bled > Krvavec)

Classifica generale Giro di Slovenia

Trofeo Melinda

20ª tappa Vuelta a España  (San Martín de Valdeiglesia > Bola del Mundo)

Classifica generale Vuelta a España

  • 2011 (Liquigas-Cannondale, una vittoria)

16ª tappa Giro d'Italia (Belluno > Nevegal, cronometro)

  • 2012 (Liquigas-Cannondale, cinque vittorie)

tappa Tour of Oman (Royal Opera Hous  Muscat > Jabal al Akhdar)

4ª tappa Tirreno-Adriatico (Martinsicuro > Prati di Tivo)

Classifica generale Tirreno-Adriatico

4ª tappa Il Padania (Lazzate > Passo della Bocchetta)

Classifica generale Il Padania

  • 2013 (Astana Pro Team, sei vittorie)

Classifica generale Tirreno-Adriatico

4ª tappa Giro del Trentino (Arco > Sega di Ala)

Classifica generale Giro del Trentino

18ª tappa Giro d'Italia (Mori > Polsa, cronometro)

20ª tappa Giro d'Italia (Silandro > Tre Cime di Lavaredo)

Classifica generale Giro d'Italia

        



La campionessa mondiale Martina Grimaldi

Martina Grimaldi  (Nuoto di fondo) è nata a Bologna il 28 settembre 1988, nuotatrice italiana in forza al Gruppo Sportivo Fiamme Oro e al Circolo Nuoto UISP Bologna.
È una nuotatrice di fondo di livello internazionale, campionessa mondiale nei 10 km a Roberval nel 2010, campionessa mondiale nella 25 km a Barcellona nel 2013  e medaglia di bronzo alle Olimpiadi di Londra 2012. E' Allenata da Fabio Cuzzani.

Carriera

La sua carriera a livello internazionale è iniziata nel 2006 quando è giunta sesta nei 5 km agli Europei di Nuoto di Budapest. L'anno successivo ha partecipato ai Mondiali di Melbourne, classificandosi sesta sempre sui 5 km. Dal 2008 ha cominciato a cimentarsi nei 10 km e agli Europei di Dubrovnik ha conquistato la prima medaglia internazionale con l'argento nei 10 km, sfiorando anche il podio sui 25.
Dopo il decimo posto ai Giochi di Pechino, ai Mondiali di Roma del 2009 si è aggiudicata la sua prima medaglia mondiale, bronzo nei 10 km dietro a Keri-Anne Payne ed a Ekatarina Seliverstova.   Nel 2010, dopo essere entrata a far parte delle Fiamme oro, il Gruppo sportivo della Polizia di Stato, ha vinto la medaglia d'oro ai mondiali di Roberval nella gara dei 10 km precedendo la compagna Giorgia Consiglio mentre nella 25 km è stata squalificata e successivamente la medaglia di bronzo nei 25 km ai Campionati europei di nuoto di Budapest preceduta da Olga Beresnyeva e Angela Maurer.

Convocata per i mondiali cinesi di Shanghai del luglio 2011, ha nuotato nella gara dei 10 km conquistando l'argento , battuta ancora dalla britannica Payne e davanti alla greca Marianna Lymperta . Un mese dopo ha vinto un'importante gara preolimpica svolta a Londra  ad Hyde Park. A settembre ad Eilat ha vinto il suo primo titolo europeo nella 10 km precedendo la compagna Rachele Bruni  di sei decimi all'arrivo.

Nel 2012 giunge terza nella gara di fondo sui 10 km ai Giochi Olimpici di Londra dietro l'ungherese Eva Risztov  e la statunitense  Haley Anderson conquistando la medaglia di bronzo. È la prima medaglia mai vinta dall'Italia in una gara di nuoto di fondo. Ai Campionati europei di nuoto di Piombino del 2012  conquista la medaglia d'oro davanti alla tedesca Angela Maurer e alla ceca Jana Pechanova.

Il 27 luglio 2013 ai mondiali di nuoto di Barcellona vince la gara di fondo 25 km, precedendo la tedesca Angela Maurer  e l'americana Eva Fabian  e laureandosi così campionessa mondiale.

L'1 settembre 2013 si è imposta nella famosa maratona gran fondo Capri-Napoli , facendo segnare la nuova miglior prestazione della traversata di sempre, davanti alla croata Carla Sitic e alla russa Olga Kozyduv; con la sua prestazione (6:31:23) ha battuto di quasi mezz'ora il precedente primato detenuto dalla tedesca Angela Maurer, che lo aveva fissato dieci anni fa, al termine dell'edizione 2003 della manifestazione.

 


La storica promozione in B1 ottenuta il 4 maggio
2013 al Palaitis di Mondovi
 
 
LPM Volley Mondovì (Volley femminile)
 
La nostra società  nasce circa vent´anni fa nell´ambito del circolo Acli Unione Sportiva Altipiano, che tra le altre discipline si occupava anche di pallavolo femminile. Alla sua presidenza si sono succeduti negli anni Nino Gasco, Pedro Longo e Walter Fulcheri, prime figure di riferimento del volley monregalese in rosa. Ma è con Giovanni Bertone che si arriva al grande salto: il distacco dal circolo Acli e l´acquisizione dei diritti dell´A.S. Piazza segnano l´ufficiale costituzione della nostra società.
Sono anni in cui la prima squadra disputa i campionati di Seconda e Prima Divisione andando a zonzo per la provincia di Cuneo, oltre a percorrere i primi passi verso la crescita di un settore giovanile sempre all´avanguardia. Tra i risultati sportivi più importanti si ricordano il titolo provinciale Under 14 nella stagione 89/90, la promozione in serie D in quella 91/92 e in serie C nel campionato 92/93. Monregalesi campionesse provinciali Under 14 anche nella stagione 93/94 (con partecipazione alla fase interregionale ed eliminazione per mano della Foppapedretti Bergamo) e Under 16 nel campionato 95/96 (terzo posto regionale finale).
Nel giugno 2004 il primo passaggio di consegne: il timone del nostro sodalizio viene così ereditato da Ivano Marchesani, che con la medesima passione del suo predecessore porta avanti questo ambizioso progetto. Nel frattempo la società assume la denominazione attuale di LPM Pallavolo Mondovì grazie all´apporto sempre più profondo dello sponsor storico LPM Prefabbricati. Sul piano sportivo, con un occhio al vivaio e l´altro alle realtà limitrofe, viene allestita una squadra giovane la cui guida tecnica è affidata a Walter Pechenino. Arrivano tre annate di serie C ricche di soddisfazioni: salvezza tranquilla nella stagione 2004/2005, play off promozione e finale di Coppa Piemonte in quella 2005/2006, ancora play off nel campionato 2006/2007.
Nell´estate 2007 cambio di guardia al vertice societario, sempre nel solco della più totale continuità: il direttivo nomina presidente l´ex vice Valter Turco, che dedica i primi mesi di lavoro al rafforzamento degli assetti interni con l´obiettivo di far crescere sempre più questo mondo chiamato LPM Pallavolo Mondovì. E così vengono coinvolti altri dirigenti, si stringono accordi di sponsorizzazione con realtà  importanti dell´imprenditoria locale (li trovate nella sezione "sponsor" dell´homepage) e si investono nuove risorse sul vivaio.

La stagione 2007/2008 è quella dell´ennesimo passo in avanti: mentre le formazioni giovanili ben figurano nei vari campionati provinciali, la prima squadra, partita con i favori della vigilia, centra un´incredibile doppietta Coppa Piemonte-scudetto di categoria.

Il primo dei due trionfi è datato 2 marzo: doppio 3-
0 in semifinale contro l´Alessandria e in finale contro il Villar Perosa. Una domenica bestiale!

Ma il bello deve ancora arrivare...Le ultime giornate della regular season sono al cardiopalmo: dopo aver dominato la classifica dalla prima giornata, a tre turni dalla fine del campionato l´LPM Mondovì cede lo scettro ancora al Villar. La giornata successiva succede quello che nessuno avrebbe mai immaginato: il Villar perde con il Lingotto e la nostra prima squadra può tornare in vetta e festeggiare la vittoria del campionato. Ai play off bastano due partite contro il Biella per regalare ai tifosi di Mondovì la soddisfazione più bella: il 14 maggio l´LPM Pallavolo Mondovì è ufficialmente promossa in B2. Un traguardo fortemente voluto e cercato da tutti: dalle dodici in campo, dagli allenatori che le hanno guidate al trionfo, Walter "Peche" Pechenino e Laura Robaldo, dai tifosi che ci hanno sempre incoraggiato affollando numerosi gli spalti del PalaItis e da tutti i dirigenti che si sono adoperati per rendere questo sogno una realtà . La prima stagione in B2 si conclude con un sesto posto...che viene ulteriormente migliorato nel campionato 2009/2010. Le pumine, infatti, concludono la loro avventura in quarta posizione, a due soli punti dai play off. La terza stagione, condizionata da numerosi infortuni e assenze, vede l´LPM conquistare la 7^ nel campionato di B2 e il settore giovanile conquistare l´accesso alla fase regionale nelle categorie under 13 e under14.

La stagione 2011/2012 si apre con una grande novità. Dopo nove anni Walter Pechenino, neo papà, lascia la guida della prima squadra, poiché la recente paternità non gli consente un impegno costante e continuo. Si dedicherà, con i consueti ottimi risultati, al settore giovanile,all´interno del quale la Under 18 conquisterà l´inedito e gratificante titolo provinciale, battendo in un lunedì di marzo in un Palaitis gremitissimo la favorita Cuneo. Il nuovo allenatore in B2 è Roberto Torassa, la squadra, con alcuni importanti innesti, si batte nelle prime posizioni per tutto il campionato e conclude la stagione al terzo posto, fin lì il maggiore risultato mai raggiunto, che consente alle nostre ragazze di qualificarsi per la prima volta ai play off promozione. Dopo due partite equilibratissime usciamo immeritatamente al primo turno contro il comunque forte ed esperto Rovereto. Una esperienza che ci farà tesoro per la stagione successiva.

Infatti nella stagione 2012/2013, con alla guida il nuovo allenatore Maurizio Venco, proveniente dal settore giovanile, la squadra si presenta con importanti novità in banda e soprattutto in palleggio, con alcune giovanissime portate in prima squadra. Le ragazze iniziano a credere a poco a poco di potere compiere l´impresa, perdono pochissime partite, come del resto fa la nostra avversaria diretta, il fortissimo Casale, fino allo scontro decisivo vinto in febbraio in casa.
La squadra a nove giornate dalla fine si trova così in testa da sola ed in quella posizione, pur tra mille difficoltà e partite difficili nelle quali abbiamo sempre tutto da perdere, vince il campionato in una indimenticabile notte il 4 maggio scorso in un Palaitis stracolmo.

E´ la prima, storica promozione in Serie B1
.

Una sfida inedita che ci vede ai nastri di partenza nella terza serie nazionale in questa nuova stagione sportiva 2013/2014 che sta per iniziare.


La squadra 2013/14
Ilaria Boetti (banda), Cristina Cattaneo (banda/opposto), Roberta Rinaldi (banda/opposto), Valentina Ballauri (palleggio), Valentina Sghedoni (palleggio), Gloria Bongiovanni  (palleggio), Lara Brero (libero), Selene Raviolo (opposto), Monica Bruno (centrale), Lia Raimondo (banda), Giorgia Ivaldi (palleggio), Federica Maiolo (banda), Aurora Camperi (banda),  Micaela Berlola (libero).  Allenatore: Maurizio Venco.





Il biker Alessandro Barbero nato a Ceva
 
 
Alessandro Barbero (BMX)
Sono nato negli anni 80, quando non esistevano ancora le MTB (…che poi sono arrivate rischiando di far estinguere la BMX). Poco dopo aver imparato a camminare con una certa disinvoltura, sull’onda della passione di mio padre per il motocross, e travolti dalla moda di E.T. anche i miei genitori mi hanno regalato la BMX. Credo fossero più gasati loro di me, visto che io non avevo molto in chiaro di che cosa si trattasse, però a 3 anni già giravo senza rotelle. A 10 anni volevo a tutti i costi una moto, una mini cross, ma i miei non ne volevano sapere, e non mi restava che continuare a pedalare insieme al gruppetto dei miei amici. All’epoca nessuno sapeva dell’esistenza dei trick eppure era già la preistoria del table top: saltavamo giù dai muretti tentando di piegare la bici. Poi è cominciato il periodo duro: fino ai 14 anni è stato difficilissimo reperire una bmx proprio perché le MTB dominavano la scena del pedale e mi toccava andare a cercare ruderi di bmx nelle cascine dei dintorni. A quel punto, arrivò lo scooter…ed anche io facevo parte del fantastico mondo dei tamarri di Ceva e giravo per le vie del paese con il casco da cross. Ma la passione per la bmx in realtà non mi ha mai abbandonato. Ho sempre seguito la scena che nel frattempo si stava evolvendo verso il freestyle. Grazie ad Eurosport, che trasmetteva gli X-Games, ho scoperto che cosa si poteva fare con la bmx: il mio mito era DAVE, l’uomo dei miracoli… E’ grazie ad un amico, che mi ha passato un catalogo in cui si citava SUNN, l’importatore italiano di bmx, che ho deciso: era giunto il momento di comperare, di nuovo, una bmx. Ma, per farmi iniziare sul serio, ci voleva qualcosa di più: un’alluvione ad esempio! Nel ’94, infatti, dalle mie parti è successo il bordello: piogge torrenziali hanno fatto uscire il Tanaro dagli argini devastando tutte le strade. La scuola ha chiuso per un mese e l’asfalto ricurvo si è trasformato in rampa naturale: una meraviglia! Ma anche il post alluvione era dalla mia parte: con i fondi stanziati dallo stato per il recupero delle strutture, nella mia scuola hanno costruito dei salti per la bici.
Chiaramente si trattava solo di montagnette di terra, ma per noi era già un park. Ricordo che uno dei primi trick che ho provato è stato il 360: l’ho chiuso subito, e da lì non c’è stata sosta. La mia vera svolta, però, risale ai tempi della rampa di Dogliani, skatepark ormai abbandonato, ma è davvero lì che è iniziato tutto… Da quel momento la bmx è entrata nel periodo “delle vacche grasse”: gente con tanta voglia di fare ed una gran quantità di contest organizzati un po’ ovunque. La scena ha cominciato ad allargarsi ed anche le aziende hanno iniziato ad intervenire in queste discipline. Il mio primo sponsor è stato USELESS che mi dava abbigliamento. Poi sono arrivati Oakley e Red Bull, proprio nel periodo in cui questa disciplina stava diventando un po’ più consistente. La cosa più strana è che, in Italia, tante aziende si sono buttate in questo mondo, ma paradossalmente, le uniche che non investono sono i produttori di bmx…il mercato è ancora piccolo, ma secondo me sta crescendo. Oggi posso definirmi un pro rider: sono spesso all’estero, ma non perdo mai il contatto con la scena italiana perché si sta gasando sempre di più. Mi piacerebbe riuscire ad allenarmi di più qui in Italia, ma mancano le strutture. Un Woodward made in Italy sarebbe un sogno. Comunque, nonostante tutto, continuo a girare a Ceva, nel mio spot marcio, ma che non abbandonerei per niente al mondo.
 
Il biker italiano Alessandro Barbero, già leader indiscusso della scena europea, ha iniziato a farsi strada anche in America, patria dei migliori atleti al mondo di Bmx, dove negli ultimi anni ha raggiunto importante pizzamenti nel Dew Tour e nel Revolcom Mexicali in Messico.  Poco dopo aver imparato a camminare con una certa disinvoltura, sull’onda della passione del padre per il motocross, riceve in regalo la sua prima BMX. A 3 anni già sfreccia senza rotelle. Il suo mito è DAVE Mirra, l’uomo dei miracoli… Davanti scuola Ale prova un “360” e riesce al primo tentativo. Da quel momento non si è più fermato: inizia a partecipare alle prime gare italiane attirando l’attenzione dei primi sponsor, tra cui Red Bull.
All’inizio si divide tra “dirt” e “street”, ma i trick in park sono la sua passione.


 Nel 2003 vince il Campionato Italiano e 3 anni dopo conquista i primi posti anche in competizioni internazionali: 1° ai Suzuki BMX Master a Colonia, 2° al Nokia FISE a Montpellier, 1° al King of Paca a Marsiglia e 4° al Red Bull Drenaje in Messico.
Nel 2007 viene eletto freestyler of the Year in Italia, vince I China X-Games, T-Mobile contest a Berlino e si aggiudica il “Best Trick” a Hit The Target.
L’anno successivo, oltre a riconfermarsi tra i leader indiscussi della scena europea, inizia a farsi strada anche in America, patria dei migliori atleti al mondo di Bmx.

Si piazza 10 e 11° rispettivamente nella tappa di Cleveland e Orlando al Dew Tour e si qualifica automaticamente per la partecipazione nel 2009.
Un anno quest’ultimo che per Ale inizia molto bene, con un’ottima forma fisica e una serie di primi posti nelle prime 5 gare del tour FISE Experience in Francia.
 
www.alessandrobarbero.it
 
PALMARES

2010
  • 1° posto FISE, Montpellier
  • 1° posto FISE Experience, Marseille
2011
  • 1° posto Lufthansa BMX Spine jam
  • 3° posto FISE - Montpellier
  • 3° posto T-Mobile Extreme Playground - Hamburg
2012
  • 16° posto FISE  Montpellier
  • 3° posto Street Station  Lione

 



 

giovedì 5 settembre 2013

Ecco l'elenco dei Campioni dello Sport che verranno premiati domenica 13 ottobre al Palasagra con la Castagna d'Oro


Il patron della manifestazione Paolo Bruno cala un poker d'assi di altissimo livello: quattro Campioni dello Sport che saranno premiati con la XXII Castagna d'Oro domenica 13 ottobre al Palasagra dii Frabosa Sottana, nell'ambito della 25^ edizione della Sagra della Castagna: si tratta di Vincenzo Nibali (ciclismo), Martina Grimaldi (nuoto di fondo), Alessandro Barbero (BMT) e la squadra femminile dell'LPM Mondovi (volley). Ma l'elenco è ancora provvisorio, non si escludono ancora gradite sorprese nei prossimi giorni.

XXV Sagra della Castagna - Lo chef stellato Massimo Camia a Frabosa Sottana per la Cena di Gala di venerdi 11 ottobre

 
La cena di Gala di venerdì 11 ottobre al Palasagra di Frabosa Sottana sarà a cura dello chef stellato Massimo Camia  titolare dell'omonimo ristorante di La Morra. A breve seguirà il menù della cena.

Sabato 12 ottobre spettacolo comico "Vieni avanti cretino" con la coppia Pino Insegno Roberto Ciufoli

 


Tornano insieme Pino Insegno e Roberto Ciufoli, coppia di una coppia di coppie dello spettacolo che ha imperversato sui palcoscenici italiani da oltre trent’anni!

Il Palasagra di Frabosa Sottana nell'ambito della XXV Sagra della Castagna, ospiterà i due attori comici che, approfittando di un’occasione così appetibile, portano in scena pezzi inediti insieme al meglio del loro repertorio e dell’avanspettacolo italiano.

“Vieni avanti cretino” è una carrellata irresistibile di gag, monologhi, sketch, in un fuoco di fila di personaggi e risate, con la preziosa partecipazione di Alessia Navarro, che solo per la capacità di sopportare i due “ragazzi terribili”, andrebbe già applaudita.
L'appuntamento è per sabato 12 ottobre alle ore 21 al Palasagra di Frabosa Sottana

Pino Insegno riceverà domenica pomeriggio al Palasagra la Castagna d'Oro per la lunga e prestigiosa carriera di comico, attore, presentatore e doppiatore.
 
 

 

domenica 1 settembre 2013

XXV Sagra della Castagna - Il programma ufficioso


VENERDI 11 OTTOBRE


ore 20,00 Palasagra
 
Serata e Cena di Gala "Alla Corte della CASTAGNA"
Menu a cura di Massimo Camia (Ristorante Camia La Morra) regia del Dott. Paolo Bongioanni
 
 
 
SABATO 12 OTTOBRE
 
 
Ore 15,30 Apertura degli stands commerciali
 
Ore 21,00 Palasagra
 
Sandro Fedele presenta:
Pino Insegno e Roberto Ciufoli "Vieni avanti cretino"
 
Nel corso della serata verranno presentati tutti gli sportivi ospiti che domenica riceveranno la "Castagna d'Oro"
 
 
DOMENICA 13 OTTOBRE
 
 
Ore 08,00 Apertura del padiglione fieristico
 
Ore 11,00 Presso l'Albergo delle Alpi di Miroglio conferenza stampa di presentazione degli atleti premiati nel pomeriggio con la Castagna d'Oro
 
Ore 14,30 Palasagra:
 
XXII Castagna d'Oro consegna dell'ambito premio a Vincenzo Nibali (ciclismo), Martina Grimaldi (nuoto di fondo), LPM Volley Mondovì (volley femminile) e Alessandro Barbero (BMT)
 
ore 16,30 Gran Castagnata